TUTTO SUL PIM

Product Information Management (e non solo)

Per figure come e-commerce manager, product manager e brand manager, prendersi cura dell’esperienza che i clienti, anche potenziali, hanno con i prodotti dell’azienda è una priorità.

Online, questa cura passa anche attraverso la presenza di informazioni di prodotto chiare, complete, aggiornate e affidabili. Ma non solo.

Indice:

 

Catalogo prodotti o e-commerce: al centro c’è sempre l’asset digitale

Tanti prodotti differenti da valorizzare e distribuire su una grande quantità di canali digitali. È questo lo sforzo a cui sono chiamati i team aziendali dedicati alla gestione dell’e-commerce e, più in generale, del brand.

Nei canali tradizionali sugli scaffali troviamo prodotti fisici. Nei canali digitali gli scaffali sono le pagine web di un sito o di uno shop online.

Il prodotto fisico è sostituito da asset digitali, che combinano informazioni di prodotto e contenuti multimediali per rappresentarlo.

Ad esempio?
Cercando una t-shirt online e atterrando su un qualsiasi e-commerce o marketplace è facile notare che nella pagina saranno presenti due tipologie di elementi. Foto o video da un lato, le informazioni del prodotto dall’altro (come taglia, fit, composizione, istruzioni di lavaggio e così via).

Non è solo una questione di B2B.

Insieme, contenuti e informazioni di prodotto, possono offrire un’esperienza di qualità. Se gestiti entrambi in modo adeguato, ovviamente.

 

Perché è importante gestire le informazioni di prodotto

Lasciamo un attimo da parte i contenuti e concentriamoci sulle informazioni di prodotto. Come anticipato è fondamentale gestirle in modo adeguato.

Queste informazioni, infatti, sono destinate a popolare i canali finali più vari come il catalogo prodotti (tipicamente nei contesti B2B) e l’e-commerce (tipicamente nei contesti B2C). In entrambi i casi, è opportuno che siano sempre perfettamente allineate.

È frequente però che i dati di prodotto siano frammentati in vari software.

Ad esempio, nel PLM (Product Lifecycle Management) dove risiedono informazioni relative alla progettazione e alla costruzione del prodotto come le specifiche tecniche. O nell’ERP, dove si trovano dati relativi alle forniture dei materiali e le giacenze dei prodotti. Per non parlare di fogli Excel che spesso e volentieri raccolgono le caratteristiche come colori, taglie e materiali per ogni codice prodotto.

In questi contesti chi si occupa di popolare i canali di vendita digitali deve saltare tra diversi applicativi per ricercare le informazioni che gli servono, metterle insieme e renderle consistenti.

Tanti errori manuali, si perde tempo in attività ripetitive e, soprattutto, manca un punto di riferimento dove reperire le informazioni corrette.

È in questo contesto che spesso si rende necessaria la gestione delle informazioni di prodotto e si inserisce l’esigenza di un PIM.

 

Cos’è il PIM, software di Product Information Management?

Il Product Information Management è un software pensato per accentrare, organizzare, arricchire e gestire informazioni relative ai prodotti di un’azienda.

Integrandosi con strumenti aziendali differenti - come ERP, CRM e PLM - il PIM aggrega in un unico spazio digitale informazioni sui prodotti come colori, misure, descrizioni e specifiche tecniche.

E poi?

Le informazioni accentrate, oltre ad essere organizzate ed eventualmente integrate, vengono inserite all’interno di schede prodotto che popolano i canali di comunicazione come sito web, e-commerce e cataloghi digitali.

Concretamente, un software di Product Information Management consente di:

  • accentrare (e ricercare) in un unico strumento tutte le informazioni di prodotto
  • uniformare le informazioni ed integrarle se necessario
  • predisporre le informazioni in schede prodotto multilingua
  • monitorare lo stato di lavorazione di ogni scheda prodotto
  • gestire le varianti di prodotto in modo rapido
  • pubblicare schede prodotto su qualsiasi canale finale arricchite di informazioni di marketing fondamentali come la descrizione, che permettono un’esperienza adeguata all’utente, che può valutare al meglio i prodotti.

È tutto? Non proprio. 

 

Perché un tool di Product Information Management da solo non basta

Lo abbiamo detto qualche riga fa.

Informazioni di prodotto + Contenuti = Asset per i canali digitali.

Per popolare le schede prodotto del tuo catalogo prodotti, marketplace, shop online o sito web parole e numeri non bastano.

Gestire le informazioni di prodotto è importante ma i contenuti multimediali non vanno scordati!

Informazioni di prodotto

In molte realtà aziendali, vengono gestiti entrambi da software dedicati.

Mentre le informazioni di prodotto vengono affidate ad un software di Product Information Management, i contenuti vengono gestiti con soluzioni di Digital Asset Management (DAM).

Presi singolarmente un PIM e un DAM abilitano gestioni ottimali. Se non fosse che tool differenti:

  • generano silos informativi
  • devono essere integrati (e integrare costa)
  • possono verificarsi disallineamenti sui canali finali (catalogo con informazioni aggiornate e i contenuti invece no oppure e-commerce con contenuti aggiornati e informazioni obsolete).

Per questo l’ideale è considerare (e gestire) contenuti e dati di prodotto da un unico punto.

 

Con le DAM PLATFORM si va oltre il DAM, gestendo contenuti e prodotti

L’esperienza utente di chi fruisce di un e-commerce – così come di chi fruisce di cataloghi – è vincente se ad essere distribuiti in modo ottimale sono sia i contenuti sia le informazioni di prodotto.

Perché ciò avvenga occorre un unico strumento per accentrare e gestire entrambi. Come una DAM PLATFORM, ad esempio. Una soluzione con funzionalità avanzate per la gestione e la distribuzione degli asset digitali, che non si limita ai contenuti multimediali ma include anche dati e informazioni di prodotto.

Alcuni vantaggi che ne derivano:

  • eliminazione di informazioni duplicate, non aggiornate o incomplete
  • esperienza coerente e coinvolgente dell’utente a prescindere dal canale
  • analizzando le interazioni dei contenuti si possono conoscere gli interessi di ogni utente.

 

THRON DAM PLATFORM e l’espansione PIM

Riassumendo, un tool di Product Information Management è sicuramente di grande aiuto per chi si occupa della gestione delle informazioni di prodotto ai fini marketing.

A beneficiare dei vantaggi offerti dai software Product Information Management sono in particolare le realtà che dispongono di un ampio catalogo prodotti, che richiedono la gestione e distribuzione di molte informazioni come specifiche, attributi e descrizioni.

Ma per un’esperienza utente di qualità occorre considerare anche i contenuti.

THRON DAM PLATFORM abilita non solo la creazione, gestione, organizzazione e distribuzione di contenuti come immagini, video, audio e documenti. Supporta anche nativamente le informazioni di prodotto.DAM Platform e PIM

Grazie al dialogo con tool come ERP e PLM, i dati di ogni prodotto vengono centralizzati e associati – in modo manuale o automatico grazie all’AI – ai relativi contenuti.

Contenuti e relative informazioni di prodotto, insieme, formano il nucleo della pagina prodotto di ogni canale e vengono distribuiti insieme, nativamente.

L’ecosistema digitale di THRON prevede inoltre la possibilità di scegliere THRON PIM, l’espansione per creare, approvare e organizzare le schede prodotto da un unico punto per tutti i canali, gestendo traduzioni e varianti di prodotto.

Qualsiasi sia la tua scelta, ricorda di evitare il più possibile l’adozione di strumenti differenti. Le integrazioni, per quanto ben fatte, oltre a costare, vanno mantenute nel tempo, generano silos e non garantiscono il controllo che può fornire una piattaforma completa.

 

 

Resta aggiornato su tutti i nuovi contenuti di THRON
Iscriviti alla newsletter